Sono tornata a Londra sbandierando l’alibi di quella che aveva voglia di concedersi un viaggetto. Ma sì ci dovrebbero credere più o meno tutti.

Friariella - Tornare a Londra per saltare nelle pozzanghere.
Friariella – Tornare a Londra per saltare nelle pozzanghere.

Ho detto già qualche post fa che questo per me sarà l’anno dedicata a me stesse e se proprio devo farlo devo iniziare a combattere i miei fantasmi.

A Londra ci ero già stata nel lontano 2013. Dico lontano perché il cammino che ho fatto da quel momento in poi è stato tutto molto in salita, ma posso dirvi che è stata la fatica più bella della mia vita.

Niente è più bello del sapore intenso della libertà. Di poterti amare perché sei così e di poterti guardare allo specchio sfoderando il tuo sorriso migliore. Era il 2013 e la mia storia d’amore più importante era ormai al suo tramonto. Non c’è niente di più crudele al mondo di tentare di attaccare a doppio nodo due persone che, benché si amino, non sono più capaci di volersi bene.

Io ci provai, andando contro me stessa, rimbalzando contro quel muro di incomprensione e risentimento che solo le grandi storie d’amore possono fare. Non ho rimpianti perché se c’è una cosa che rimarrà costante nella mia vita è che vivo sempre di cuore e poco di testa. Razionalizzare non ti viola la possibilità di sbagliare.

Ho scelto di ritornare a Londra perché volevo fare pace con quel ricordo acido, insopportabile quanto i succhi gastrici che ti risalgono in gola perché hai digerito male. Le storie d’amore finite male sanno sempre di questo sapore qua. Non ti lasciano il sapore amaro, ma amare troppo ti porta al disgusto. Quello stesso amore che hai provato per un’altra persona improvvisamente non esiste più. Pensi che sia per sempre, pensi che sia la persona che ti conosca meglio. Poi una notte ti svegli e realizzi che tutto quello che pensavi che fosse, in realtà è solo un’effimera illusione. Tu sei cambiata e lui pure. Non c’è più niente che vi lega, se non addirittura non c’è mai stato niente, ma tu eri troppo infatuata per potertene accorgere.

Scegli alibi concreti pur di non ammettere che hai fallito. Fai scommesse sul vostro ritorno. Cerchi di riscaldare la fiamma ma è tutto spento. È l’amore. È la vita. Un giorno ci sei e l’altro no.

Per qualche secondo ho avuto voglia di tornare indietro quando sono arrivata al gate. Era il mio primo viaggio da sola, dopo la mia aggressione. Ho dissimulato l’ansia sotto strati di sorrisi ed ironia, ma poi trovandomi da sola ho sentito l’ansia stringermi forte al collo. Ho respirato e ho cercato di ritrovare la calma dentro me stessa.

A Londra c’era Marco ad aspettarmi. L’ho conosciuto in Erasmus e, sebbene in un primo momento non gli stessi tanto simpatica, poi non ci siamo mollati più. Probabilmente solo un’esperienza forte come questa può cementare un rapporto di amicizia. Ci sono cose che rimarranno chiuse nei pilastri dei nostri ricordi, di quel periodo così bello e spensierato che non riesco neanche a raccontare. Di Marco ricordo una bellissima serata passata a saltare nelle pozzanghere, tra le vie del Barrio Gotico, come se non avessimo 20 anni ma solo 5. Ricordo di quando si è rifugiato da me a Napoli, dei suoi occhi spalancati nel vedere volteggiare l’impasto della pizza, del mio compleanno passato a comprare le frittatine napoletane, dei nostri dubbi sul futuro raccontati all’ombra di Trastevere. Ci siamo ritrovati dopo quasi tre anni. Entrambi lavoratori ma con lo stesso entusiasmo che avevamo in Erasmus. Io impiegata in Italia, lui ricercatore in Inghilterra. Entrambi alla ricerca di quella stessa leggerezza che ci faceva saltare da una pozzanghera all’altra, senza badare a niente, se non a noi stessi. E alla fine, di Londra mi rimarrà solo un solo ricordo: quello delle braccia intorno al collo di Marco “Ti stavo aspettando, dobbiamo saltare nelle pozzanghere di nuovo!”.

About friariella

Travel blogger per caso, Napoletana per scelta.
Sono un’intalliatrice agonistica e campionessa mondiale di aperitivi e bis.
Mi piace viaggiare low cost, amo la buona musica e di ogni festa divento il giullare.