OK OK OK confesso. Come sapete bene, per me il mare vero è uno solo. Si tratta del mare di Santa Caterina dello Ionio. Il perché lo sapete bene se seguite il mio blog.

Se è la prima volta che capitate qua,invece,  allora sappiate che Santa Caterina non è solo il posto dove vado in vacanza da sempre, ma anche il mio piccolo angolo di paradiso, dove posso incontrare amici di vecchia data, rilassarmi e godermi il mio amato mare. Dimenticavo: mangiare tantissimo pesce fresco, è un altro buon motivo per amare Santa Caterina.

La verità però è che nonostante ami tantissimo questo posto, la voglia di viaggiare è sempre tanta. Non mi dispiace tornare di anno in anno, ma viaggiare, scoprire posti nuovi e perdermi negli sconfinati orizzonti di luoghi sconosciuti rimane la mia priorità in assoluto.

Per questo uno dei miei tanti sogni è passare una vacanza in un luogo di mare diverso dal solito. Quando intendo diverso non intendo un luogo unico e speciale, intendo proprio uno di quei luoghi da cartolina, uno di quei posti in cui scattare mille foto al mare azzurro e limpido, in uno di questi posti in cui  in un modo o nell’altro rimangono impressi nella nostra mente e sono destinati a diventare parte integrante del nostro sogno legato al viaggio.

E quindi? E quindi iniziamo a fare l’elenco dei posti dove poter andare (e desiderare di fermarti a vivere).

Beh, sicuramente i Caraibi. Perché è il genere di viaggio che difficilmente puoi fare su due piedi. Di certo non ti puoi svegliare un giorno e dire “Ma sì questo weekend me ne vado ai Caraibi”, a meno che tu non sia Gianluca Vacchi o Paris Hilton.

 

Dato che al momento sono ancora, fortunatamente, semplicemente me posso solo fantasticare e ipotizzare una partenza. L’altra cosa importante è che poi Caraibi sono sinonimo di mare, sole e relax e in qualche modo mi sentirei a casa come a Santa Caterina, sempre che ai Caraibi si trovi la ndjua. Scherzi a parte, vorrei andare ai Caraibi per provare l’ebrezza di fare un viaggio fuori dagli schemi comuni (o almeno i miei), un luogo magico e unico, dove poter abbandonare il cellulare e perdersi nelle mille sfumature del mare.  In ogni caso, prima o poi convincerò Gianduiotto, il mio coinquilino torinese e juventino,a portarmi ai Caraibi una volta, prima o poi.

OK, ma alla fine rimane una domanda: dove andare ai Caraibi?
Beh, non so perchè non ci sono mai stata. Cercando un po’ sul web mi sono imbattuta in una guida di Club Med di Guadalupe, che spiega quando andare e cosa vedere in questo angolo di paradiso. Quindi mi sono lasciata convincere, e se potessi decidere, mi piacerebbe visitare proprio Guadalupe, la più grande delle Piccole Antille francesi.

Si tratta in realtà di un’isola formata da due piccole isolette, divise da un canale, il Riviere Salée. Perché mi piacerebbe andare proprio a Guadalupe? I motivi sono tanti dato che quest’isola offre infinite possibilità a chi vuole scoprirla. Ho letto che questo piccolo pezzetto di terra è caratterizzata da natura selvaggia e incontaminata. Non meno importante è il paesaggio marino, dove le acque sono sempre limpide e cristalline, proprio come quelle fantastiche foto di tipiche del mar dei Caraibi. Infine, dato che come sapete adoro mangiare bene, vorrei andare all’isola di Guadalupe perché sono curiosissima di assaggiare i piatti tipici della tradizione. Ho letto che gli elementi principali di questa tradizione culinaria sono le spezie, aglio e cipolla. Tra i piatti tipici ci sono le accras de morue, ossia delle frittelle di baccalà proposte in innumerevoli versioni, a seconda dell’estro di chi le cucina.

Mi basterebbe solo questo per partire, ma… mi manca il biglietto aereo. Mi aiutate a convincere Gianduiotto?

About friariella

Travel blogger per caso, Napoletana per scelta. Sono un'intalliatrice agonistica e campionessa mondiale di aperitivi e bis. Mi piace viaggiare low cost, amo la buona musica e di ogni festa divento il giullare.