Buzzoole

Sono bianca. È un dato di fatto. Lo sono sempre stata e per un po’ è stato anche un problema per me. Il motivo? Mi sentivo diversa. Diversa dalla mia famiglia, diversa dagli altri, diversa da tutti. Sono così bianca che basta un po’ di sole per lasciare il segno. Basta una disattenzione, un po’ di vento ed il passaggio del sole mi rimane attaccato alla pelle.

Da piccola questo pallore mi dava fastidio. Sognavo di essere scura come tutti gli altri, di non dover girare sempre in maglietta bianca e di non dover per forza mettere litri e litri di crema. Eppure poi ho capito. Ho capito che la mia pelle è chiara e che io sono fatta così. Ho capito che addirittura poi in alcune culture, quel mio candore può essere anche definito pregiato, che quel colore mi potesse rendere in qualche modo, diversa ma al tempo stesso speciale.

Da quando è cresciuta questa consapevolezza, non ho più spesso di conservare il candore della mia pelle: non solo in estate, ma anche durante l’anno, sono solita utilizzare prodotti che mi permettono di avere sempre una pelle protetta dai raggi solari. Non solo gli UVA infatti a creare dei danni alla pelle, ma anche e soprattutto gli UVB, capaci di lasciare segni molto più evidenti sull’epidermide.

Con Bottega Verde ho scoperto dei nuovi solari che mi ha lasciato davvero soddisfatta. Si tratta di una linea di prodotti nati per proteggere la pelle dall’alba al tramonto, in tutte le fasi dell’abbronzatura e della protezione. Alla base c’è l’estratto di liquirizia di Calabria che ripara i danni del sole anche dopo l’esposizione: in questo modo, quando vengono applicati i solari combinati ai doposole si ottiene un’azione multiattiva antiossidante che protegge la pelle anche dopo l’esposizione. D’altra parte, è scientificamente provato che i danni della pelle dovuti all’esposizione solare non si fermano con l’esposizione stesse, ma continuano per alcune ore successive.

A tal proposito Bottega Verde in collaborazione con i laboratori dell’Università di Ferrara, ha creati questa innovativa formula in grado di poter proteggere la pelle ma di esaltarne anche l’incarnato. Gli studi sulle proprietà della liquirizia partono dalla Germania, dove una pubblicazione sulla rivista scientifica “Experimental Dermatology” dichiara che “l’estratto della radice, ricca di polifenoli, rafforza il sistema difensivo di cui è dotata la pelle e svolge un’azione antiossidante e protettiva”. 
La linea è composta da 5 referenze:

  • Latte spray SpF30: protettivo, antiossidante, con estratti di Liquirizia di Calabria e di petali di Girasole, resistente all’acqua.
  • Latte spray SpF50: protettivo, antiossidante, con estratti di Liquirizia di Calabria e di petali di Girasole, anche questo resistente all’acqua utile per per pelli più chiare.
  • Trattamento doposole riparatore: ulti attivo, lenitivo, con estratti di Liquirizia di Calabria e di petali di Girasole (150 ml). Il prodotto ha dimostrato di possedere un’attività fotoriparatrice sottoposto a test in vitro su EpiDerm.
  • Trattamento viso doposole riparatore, multi attivo, con estratti di Liquirizia di Calabria e di petali di Girasole.
  • Siero viso protezione multi attiva SPF50 antiossidante, con estratti di Liquirizia di Calabria e di petali di Girasole.

La mia estate parte dalla protezione: e la vostra?

 

About friariella

Travel blogger per caso, Napoletana per scelta.
Sono un’intalliatrice agonistica e campionessa mondiale di aperitivi e bis.
Mi piace viaggiare low cost, amo la buona musica e di ogni festa divento il giullare.